IT | EN
8 giugno 2016

La pasta Sgambaro racconta la propria “impronta leggera” in un nuovo sito

Online il nuovo sito del Molino e Pastificio Sgambaro: design rinnovato, contenuti inediti – dalle ricette ai consigli per risparmiare energia in cucina – e un’enfasi decisa sull’impegno dell’azienda per la sostenibilità ambientale

È online il nuovo sito del Molino e Pastificio Sgambaro (www.sgambaro.it), azienda trevigiana di lunghe tradizioni fortemente impegnata sul tema della sostenibilità. Proprio la rinnovata enfasi con cui vengono trattate le tematiche ambientali è uno dei tratti salienti di questa vera e propria “rivoluzione”, che non riguarda solo il sito ma anche l’attività di Sgambaro sui principali social network: sono già attivi la pagina Facebook e il canale Twitter.

La scelta di assegnare alla sostenibilità ambientale un ruolo da protagonista sul nuovo sito Sgambaro risponde alla volontà di spiegare ai consumatori che cosa significa produrre – e acquistare – una pasta a basso impatto ambientale. “Ci impegniamo da anni per ridurre le emissioni di CO2 – spiega il presidente Pierantonio Sgambaro – e la nostra pasta ha un impatto ambientale tra i più bassi al mondo. È venuto il momento di raccontare questa storia, soprattutto a quei consumatori attenti che sono in cerca di prodotti ecosostenibili”.

In questa filosofia rientrano la scelta di utilizzare grano 100% italiano, che consente di ridurre i trasporti, e le politiche di compensazione, con l’obiettivo di raggiungere quanto prima l’impatto zero. “Ci auguriamo – aggiunge Pierantonio Sgambaro – che la nostra scelta possa dare il via a un circolo virtuoso e fungere da stimolo per altri imprenditori attenti alla difesa dell’ambiente e del territorio”.

Caratterizzato da un aggiornamento costante dei contenuti, il nuovo sito si propone di diffondere una maggiore consapevolezza rispetto alle tematiche del ciclo di vita di un prodotto, della carbon footprinte dell’impronta ecologica in generale.

Insomma, il consumatore potrà trovare “pasta” per i propri denti, dalle ricette della foodblogger ai consigli per risparmiare acqua ed energia in cucina. “La nostra azienda – conclude Pierantonio Sgambaro – sceglie di offrire al consumatore-cittadino occasioni di consapevolezza, coinvolgendolo in modo attivo in una catena di valore che comincia dalla terra e finisce sulla tavola”.